Piano di Studi

CORSI PROFESSIONALI POST-DIPLOMA

PIANO DI STUDI

La proposta formativa della Scuola è organizzata in due indirizzi curricolari distinti e paralleli, corrispondenti ai due ambiti di specializzazione del liutaio costruttore di strumenti musicali a corda:

-la sezione costruzione strumenti ad arco, della durata di 4 anni. Punto di riferimento della sezione strumenti ad arco è la tradizione della liuteria classica dal XVI secolo ai giorni nostri. Al centro del progetto di attività laboratoriali è la famiglia degli strumenti ad arco del quartetto d’archi (violino, viola, violoncello). L’impostazione metodologica e artistica del lavoro prende spunto dall’importante filone della scuola liutaria lombarda; particolare attenzione viene riservata alla scuola milanese del XX secolo, il più vicino e importante riferimento artistico e culturale. L’obiettivo del percorso formativo per ogni studente è il completamento di 3/4 strumenti da presentare all’esame.

 la sezione costruzione strumenti a pizzico della durata di 3 anni (a cui si può aggiungere una quarta annualità facoltativa di approfondimenti seminariali). L’attività didattica della sezione strumenti a pizzico prevede lo studio delle tecnologie costruttive di strumenti moderni (chitarra classica e acustica), ma anche la ricostruzione di strumenti storici a pizzico tra primo Rinascimento e Barocco. In entrambi i casi l’attività di laboratorio è supportata da un cospicuo lavoro di aggiornamento, ricerca e rilevamento, svolto talvolta su strumenti conservati in collezioni pubbliche e private. Nel corso dell’esperienza formativa gli studenti realizzeranno 3 strumenti da presentare all’esame caratterizzati da differenti metodologie costruttive

Materie di studio

 Il percorso di studi si sviluppa in un primo Biennio che, fatte salve alcune specificità, è sostanzialmente comune alle due sezioni; al termine del biennio è prevista una prova interdisciplinare di verifica delle competenze acquisite. Dal terzo anno i curricola delle due sezioni si differenziano in maniera più marcata nei contenuti e nella durata; la sezione Arco prevede la possibilità di intraprendere l’esperienza costruttiva di strumenti antichi (violino barocco, viola da gamba) e l’esame finale si sostiene al termine del 4° anno; per la sezione Pizzico l’esame è previsto al termine del 3° anno. Una quarta annualità a carattere facoltativo consente ai diplomati della sezione pizzico una serie di approfondimenti seminariali.

 SEZIONE ARCO

1° ANNO

  • Laboratorio di liuteria
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie applicate
  • Disegno tecnico di strumenti musicali
  • Laboratorio di verniciatura
  • Teoria e solfeggio
  • Esercitazioni strumentali (violino o chitarra classica)

2° ANNO

  • Laboratorio di liuteria
  • Laboratorio complementare di restauro
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie applicate
  • Disegno tecnico di strumenti musicali (strumenti ad arco o pizzico)
  • Laboratorio di verniciatura
  • Teoria e solfeggio
  • Esercitazioni strumentali (violino, o liuto rinascimentale)

  3° ANNO

  • Laboratorio liuteria
  • Laboratorio complementare di restauro
  • Laboratorio di verniciatura
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie a applicate
  • Esercitazioni strumentali

4° ANNO

  • Laboratorio liuteria
  • Laboratorio di verniciatura
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie a applicate
  • Esercitazioni strumentali

 

SEZIONE PIZZICO

 1° ANNO

  • Laboratorio di liuteria (costruzione di una chitarra classica)
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie applicate
  • Disegno tecnico di strumenti musicali
  • Teoria e solfeggio
  • Esercitazioni strumentali (chitarra classica)

2° ANNO

  • Laboratorio di liuteria (costruzione di un liuto rinascimentale a 6 o 7 ordini)
  • Laboratorio di restauro
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie applicate
  • Disegno tecnico di strumenti musicali
  • Teoria e solfeggio
  • Esercitazioni strumentali (violino, o liuto rinascimentale)

 3° ANNO

  • Laboratorio strumenti a pizzico
  • Laboratorio complementare di restauro
  • Storia degli strumenti musicali
  • Scienze e tecnologie applicate
  • Esercitazioni strumentali

 Frequenza

L’impegno previsto è, in media, di 25-28 ore settimanali con frequenza obbligatoria in fascia oraria mattutina e pomeridiana. L’obbligo di frequenza prevede che l’ammissione all’annualità successiva – o all’esame finale- oltre ad una valutazione positiva in tutte le materie, sia almeno del 75% sul monte ore complessivo erogato annualmente.

 Esame e certificazione finale

Al termine dei percorsi curricolari (4 anni per sezione arco; tre anni per la sezione pizzico) è previsto un esame finale consistente in una prova tecnico pratica e in una prova orale. Superato l’esame finale viene rilasciata una Certificazione di competenza di Costruttore di strumenti musicali -ad arco o a pizzico- del Comune di Milano

Annualità facoltativa di approfondimento seminariale sezione pizzico (4° ANNO sezione pizzico)

 Il percorso formativo ha carattere facoltativo e si prefigge di accompagnare con approfondimenti seminariali lo sviluppo dell’attività professionale dei diplomati. Ai seminari, previa valutazione della disponibilità di posto possono essere ammessi anche studenti esterni in possesso delle competenze professionali di liutaio. I seminari sono tenuti da liutai professionisti e da esperti nei rispettivi settori di attività; gli argomenti e i corso si articolano in 6 aree al cui interno si sviluppano, indicativamente, i seguenti interventi tematici:

Area Chitarra Classica: Set-up della chitarra classica; Tecnica costruttiva della chitarra spagnola; Tecnica costruttiva della chitarra classica

Area Chitarra Acustica: Storia, progettazione e set up della chitarra acustica; Riparazione strumenti acustici; Costruzione della chitarra Manouche

Area Strumenti antichi: Set up degli strumenti antichi; Costruzione di rosette in pergamena

Area Strumenti elettrici: Storia e set up della chitarra elettrica; Set up e progettazione strumenti elettrici, Elettrificazione

Area Tecnologie: progettazione e realizzazione componenti con grafica vettoriale e CNC; Tecnologia delle corde

Area Competenze trasversali: Inglese professionale (microlingua liutai); Gestione attività professionale imprenditoriale e rapporto con il cliente

COME ISCRIVERSI

E’ necessario compilare il modello di preiscrizione scaricabile dal sito  e inviarlo alla Scuola insieme ad un curriculum dettagliato preferibilmente in formato europeo.

Requisiti di ammissione

  • Per il 1° anno di corso è necessario essere in possesso del diploma di scuola media superiore e non sono richieste precedenti esperienze di liuteria.
  • Sono ammessi allievi che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età.
  • E’ possibile accedere al 3° anno di corso se in possesso di un diploma rilasciato da una Scuola di liuteria (sono ammessi anche titoli di studio rilasciati da scuole estere) o per comprovate esperienze nel settore.
  • Per gli studenti stranieri è richiesta un’adeguata conoscenza della lingua italiana per poter frequentare i corsi.

COLLOQUIO  DI  AMMISSIONE

Tutti coloro i quali hanno presentato la domanda di ammissione e sono in possesso dei requisiti richiesti, saranno convocati per un colloquio di selezione. L’esito del colloquio viene comunicato entro una settimana.

Si segnala che la Scuola ha comunque la facoltà di inserire il candidato nei Corsi che abbiano ancora posti disponibili, anche se differenti da quelli indicati nella domanda di pre-iscrizione.

Dopo la conferma dell’ammissione il candidato dovrà compilare la scheda di iscrizione e procedere al pagamento della quota di iscrizione.

18 thoughts on “Piano di Studi

  1. sarei interessato a frequentare uno dei vostri corsi ma non sono riuscito a trovare nessun riferimento alle quote di partecipazione …Grazie

    1. Bellissimo post. Condivido pienamente la tua frase Sicuramente ci puf2 esesre una predisposizione e una sensibilite0 che si affina con l’esperienza, ma chi di voi rinuncerebbe all’orologio per misurare il tempo, anche se fosse abile ad azzeccare a grandi linee l’orario guardando il sole nel cielo?!? Nonostante io sia solo un musicista tutt’altro che professionista, mi e8 sempre parso folle che non si cercasse un metodo oggettivo per la misura della qualite0 del legno, visto che dipende da parametri fisici del legno stesso!

  2. Salve a tutti! piacerebbe anche a me avere più informazioni riguardo i corsi, quando cominciano e il relativo costo. Grazie mille!

  3. Salve, anche a me piacerebbe avere più dettagli riguardo al costo e all’inizio dei corsi. Grazie dell’attenzione

  4. Buongiorno sono molto interessato alla scuola poiché .mi sono appassionato alla chitarra che suono con passione anche se non da tanto tempo. Vi ringrazio anticipatamente e vi porgo distinti saluti.
    Simone falsanisi

  5. Buon giorno, vorrei far restaurare la chitarra acustica di mio nonno. Voi fate anche questo tipo di lavori? Sapete a chi posso rivolgermi?

  6. Anch’io vorrei fare da Lugano un corso di perfezionamento per la costruzione della chitarra acustica, ho 54 anni ed un sogno che si realizza!!!!!!

  7. Sarei fortemente interessato ad iscrivermi al corso di costruzione strumenti a pizzico partendo dal primo anno, sarebbe possibile sapere la quota di partecipazione?

  8. sarei interessata a partecipare a uno dei vostri corsi, potrei avere informazioni sulla data di inizio corso e sulla quota? grazie

  9. Salve, vorrei sapere come funziona l’iscrizione, ho soltanto la licenza media, vorrei avere maggiori informazioni

Rispondi a Daniel Pilgaard Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code